Un Parco Locale di Interesse Sovracomunale (PLIS) nato da un progetto di ampio respiro

L’obiettivo è proteggere e far conoscere il proprio territorio: valorizzazione le qualità naturalistiche, delle connessioni ecologiche e delle valenze agricole esistenti in un territorio periurbano tra i più urbanizzati d’Italia e d’Europa, incentivando un’educazione all'ambiente diffusa tra tutta la cittadinanza.

500x500

È più della somma delle esperienze del Parco del Molgora e del Parco del Rio Vallone

Fra i primi parchi locali nati il Lombardia, i due PLIS hanno deciso di fondersi un un unico Consorzio per formare massa critica del presidio territoriale locale. L’acronimo P.A.N.E. richiama proprio uno dei progetti che ha coinvolto i due Enti, mirato alla diffusione di un’agricoltura meno impattante sull'ambiente e alla nascita di una filiera del pane a km 0.

500x500

Alcuni numeri del nuovo Parco

21 Comuni consorziati;

3 Provincie interessate: Monza, Lecco e Città Metropolitana di Milano;

159.110 abitanti residenti nei Comuni consorziati;

2.940 ettari (ovvero quasi 27 Km2), in massima parte agricoli e boschi.

500x500

Per questo P.A.N.E. si propone come possibilità di svolta epocale nel lavoro pluridecennale condotto dai Parchi Locali, ma anche nella visione complessiva delle nostre comunità per i prossimi decenni. Solo con la percezione diffusa del nostro territorio agricolo e naturale come l’altra metà della nostra vita, non come il semplice “non urbanizzato”, questa sfida potrà essere giocata nell'interesse delle future generazioni.