Il Parco ha sempre contribuito all’attività di manutenzione ordinaria e straordinaria del territorio.

Il Parco si occupa prevalentemente del recupero e della conservazione ambientale, della lotta alle specie infestanti, della rete sentieristica e del miglioramento della segnaletica.

La manutenzione ordinaria di alcuni sentieri è gestita tramite convenzioni con i gruppi volontari di Protezione Civile, i lavori piu’ specificatamente legati al miglioramento ambientale e naturalistico sono affidati, tramite appalti, a professionisti e ditte private.

07/02/2020 – NUOVA PIANTUMAZIONE A BELLUSCO

In questi giorni sono terminati i lavori di piantumazione di circa 800 piantine che porteranno alla formazione di un nuovo bosco di circa mezzo ettaro.

La piantumazione è stata possibile grazie al progetto “Natura vagante” finanziato da fondazione Cariplo e al comune di Bellusco che ha messo a disposizione l’area di sua proprietà.

La zona è già stata negli ultimi anni, oggetto di importarti interventi di miglioramenti della naturalità del territorio.

Questo intervento vuole creare una fascia filtro fra la zona abitata a sud e l’ampia superficie agricola verso nord, oltre che a potenziare la biodiversità e la qualità ecologica di un territorio caratterizzato dalla preponderanza di un’agricoltura intensiva.

16/12/2019 – SENTIERO N. 4: RIPRISTINATA PERCORRIBILITA’

Sabato 14 dicembre i volontari della Protezione Civile di Roncello, supportati dalla sezione di Protezione Civile di Ornago hanno rimosso gli alberi caduti sul sentiero n.4. Il sentiero è di nuovo percorribile in tutta sicurezza.

10/12/2019 – SENTIERO N. 4: ALBERI CADUTI

E’ stata segnalata la caduta di alcuni alberi lungo il sentiero N. 4 che collega Roncello a Bellusco, nella zona della Azienda Agricola “L’asinoteca”. Il sentiero non è al momento percorribile. Chiediamo di prestare attenzione.

26/06/2019 – NATURA VAGANTE: PROSSIMI LAVORI A BELLUSCO

Prosegue la presentazione dei singoli interventi in programma nell’ambito del Progetto Natura Vagante, finanziato da Fondazione Cariplo. Oggi parleremo di un intervento a Bellusco (MB), in area agricola coltivata, in prossimità del centro abitato.

La zona è già stata negli ultimi anni, oggetto di importarti interventi di miglioramenti della naturalità e della fruibilità del territorio: 1,7 ha di nuovi boschi, un’area umida, un progetto di agricoltura sostenibile e anche una ciclabile. Il nuovo intervento, che inizierà nell’autunno 2019, ha l’obiettivo di creare una fascia naturale a bosco fra la zona abitata a sud e l’ampia superficie agricola verso nord.

Con tale progetto si migliorerà la biodiversità e la qualità ecologica di un territorio caratterizzato dalla preponderanza di un’agricoltura intensiva, priva di elementi naturalistici di pregio.

Il nuovo bosco sarà realizzato piantumando alberi come querce, aceri, ciliegi selvatici, olmi, carpini, tigli e frassini. Tra le arbustive saranno presenti nocciolo, biancospino, fusaggine, rosa canina, etc, … Per garantire la massima resa di attecchimento è previsto anche la realizzazione di un impianto di irrigazione.

Si prevede un investimento di circa euro 32.000, comprensivo di 7 anni di cure colturali.

23/05/2019 – LAVORI AL CASTAGNETO: STATO DELLA SITUAZIONE

I lavori eseguiti nell’area del castagneto di Bernareggio hanno comportato il taglio di moltissime piante morte o irrimediabilmente compromesse, motivo per cui allo stato attuale, una parte del castagneto appare con una presenza assai rada di piante di grandi dimensioni.

Inoltre gli eventi meteorici avversi della fine di ottobre 2018 hanno determinato il crollo di numerose altre piante, per le quali si è reso necessario un intervento di messa in sicurezza della restante parte del bosco che non era stata oggetto di lavori.

Gli interventi che si sono eseguiti in queste ultime settimane si protrarranno per due stagioni vegetative, fino al 2020.

In particolare, sono state previste 750 piantumazioni aggiuntive a quanto già posto a dimora, unitamente a specifiche cure colturali per favorire la rinnovazione naturale (selezionando i ricacci di castagno) e limitando la ricrescita del rovo nelle porzioni non interessate dai rinfoltimenti.

Per favorire la nidificazione e la sosta dell’avifauna, è in programma anche l’installazione di nidi artificiali, tra cui specifici manufatti per rapaci notturni e bat-box per pipistrelli.

La realizzazione di una piccola area umida nel castagneto ha la funzione di integrare l’importante connessione ecologica per anfibi e volatili nella parte iniziale del corridoio fra Ronco Briantino, Bernareggio e Carnate, dove già esistono diverse foppe, biotopi di primaria importanza e di alto valore naturalistico.

La vegetazione palustre che si sta insediando in questi ambienti vedrà la dominanza di cannuccia di palude (Phragmites australis), di mazza sorda (Typha latifolia) e di giunco comune (Juncus effusus); mentre più saltuariamente si potrà rinvenire anche la rara e protetta porracchia dei fossi (Ludwigia palustris).

Raccomandiamo a tutti di NON immettere per nessun motivo animali nell’area umida, tartarughe e pesci rossi sembrano innocui, ma sono deleteri in un ecosistema delicato e molto piccolo come uno stagno.

27/03/2019 – LAVORI SULLE SPONDE DELLA MOLGORA

Sono in svolgimento gli interventi di riqualificazione paesaggistico-ambientale lungo la Molgora nel comune di Gorgonzola (MI).
I lavori stanno permettendo la messa in sicurezza idraulica del torrente Molgora e riguardano circa 2300 metri di sponde nel Comune di Gorgonzola.
Sono state rimosse le piante schiantate nell’alveo o pericolanti, mantenendo le specie vegetali autoctone e con capacità di consolidamento delle sponde. Nelle operazioni sono state inoltre raccolti i rifiuti: plastica e ferraglie soprattutto.
Un progetto dal valore di 12.000 euro svolto con professionalità dall’Ente Regionale per i Servizi all’Agricoltura e alle Foreste (ERSAF), convenzionato con il Parco.

05/03/2019 – LAVORI SUL SENTIERO BELLUSCO – RONCELLO

Oggi sono iniziati i lavori di manutenzione straordinaria del fondo del percorso Bellusco (loc. Camuzzago) in direzione Roncello.
Il sentiero rimarrà aperto alla circolazione ciclopedonale, ma si raccomanda prudenza in prossimità del cantiere.